MUTUO PRIMA CASA: la guida alle detrazioni

Scopri chi ne può godere e come detrarre gli interessi del mutuo dalla dichiarazione dei redditi.

Chi acquista casa mediante un mutuo ipotecario ha diritto ad una particolare agevolazione fiscale.

730 Interessi Mutuo 2019: Come funziona?

730 interessi Mutuo 2019 è un’agevolazione che spetta ai contribuenti che hanno acquistato una prima casa in dipendenza di mutui ipotecari.

Grazie a questa agevolazione è possibile detrarre dalle tasse (ai fini IRPEF), nella dichiarazione dei redditi, il 19% delle spese pagate al contribuente a titolo di interessi passivi del mutuo.

 

A chi spetta la detrazione?

La detrazione spetta al contribuente che ha acquistato l’abitazione ed è nello stesso tempo intestatario del mutuo, anche nel caso in cui l’immobile fosse adibito ad abitazione principale di un suo familiare, come ad esempio il coniuge, parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo grado.

L’abitazione principale può essere considerata tale anche se l’acquirente non vi trasferisce la propria residenza entro 18 mesi dall’acquisto. Difatti, è sufficiente la dimora abituale.

Requisiti e Modalità

La normativa vigente, nel corso dei vari anni, ha subito diverse modifiche, con la conseguenza che le detrazioni fiscali spettano secondo limiti e modalità che variano in relazione al tipo di fabbricato e all’anno in cui è stato stipulato il contratto di mutuo.

 

La detrazione è ammessa entro un anno dall’acquisto della casa e per un importo che non superi i 4.000 euro. I requisiti necessari per detrarre gli interessi passivi del mutuo sono i seguenti:

  • deve trattarsi di mutuo contratto per l’acquisto di un immobile da destinare ad abitazione principale;
  • il mutuo deve essere garantito da ipoteca;
  • l’acquisto dell’immobile deve essere effettuato nell’anno precedente o successivo alla data della stipula del contratto di mutuo. Non si tiene conto di questo periodo di tempo soltanto nel caso in cui l’originario contratto è estinto e ne viene stipulato uno nuovo e di importo non superiore alla residua quota di capitale da rimborsare (maggiorata delle spese e degli oneri correlati);
  • il mutuo deve essere erogato da soggetti residenti nello Stato italiano o in uno Stato membro della Comunità europea o da stabili organizzazioni nel territorio dello Stato di soggetti non residenti.

I Limiti di importo detraibile

I limiti di importo detraibile sono differenti in base al motivo di stipula del mutuo. La detrazione si può richiedere per:

  • mutui ipotecari contratti per l’acquisto dell’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale;
  • ipotecari stipulati prima del 1993 su immobili diversi da quelli utilizzati come abitazione principale;
  • mutui (anche non ipotecari) contratti nel 1997 per effettuare interventi di manutenzione, restauro e ristrutturazione su tutti gli edifici, compresa l’abitazione principale;
  • ipotecari contratti a partire dal 1998 per la costruzione e la ristrutturazione edilizia di unità immobiliari da adibire ad abitazione principale;
  • prestiti e mutui agrari di ogni specie.

 

Stai cercando casa? Se vuoi una Consulenza Gratuita sugli immobili di Milano, clicca qui.

Per rimanere aggiornato sulle ultime tendenze del settore immobiliare, principalmente di Milano, ti consigliamo di cliccare qui e di mettere il like alla nostra pagina Facebook.

Condividi su

Ultime news

L’andamento del mercato immobiliare nel 2019: quanto vale la tua cas...

PATRIMONIO IMMOBILIARE: facciamo un po’ di chiarezza

TUTELA PATRIMONIALE degli acquirenti di immobili da costruire

Non sai da dove iniziare?

Se hai bisogno di supporto per la ricerca del tuo immobile e per gestire le fasi di compravendita e locazione, contatta Smith Agency.

Contattaci

Hai tutti i documenti a posto?

Contattaci se vuoi una consulenza prima di vendere il tuo immobile: riceverai una relazione tecnica dettagliata da presentare agli acquirenti.

Richiedi una consulenza