AFFITTI: Boom di domanda a Milano

Il segmento degli affitti vive una fase positiva a Milano

I canoni di locazione sono in risalita per il quarto anno consecutivo. Sono le evidenze del rapporto sulle locazioni 2018 di SoloAffitti, elaborato con il supporto scientifico di Nomisma.

Il segmento degli affitti vive una fase positiva, nelle grandi città, grazie alla domanda in crescita da parte delle nuove generazioni che preferiscono non sentirsi vincolati dalla casa di proprietà. 

Un’analisi di Sidief, società che gestisce gli immobili residenziali di Banca d’Italia, evidenzia come nel nostro Paese ci sia una domanda residenziale aggregata di giovani, studenti e lavoratori immigrati che oscilla tra 2,4 milioni e 2,8 milioni di persone.

«Una delle leve di questo boom di richieste va ricercata nelle conseguenze della crisi e la precarizzazione del mercato del lavoro – commentano da Idealista – che negli ultimi anni ha reso quasi impossibile l'acquisto di una casa per alcune fasce della popolazione. Nello stesso tempo è aumentata la propensione alla mobilità degli individui (per lavoro, studio, famiglia, turismo) e così a cambiare è stata anche l'educazione finanziaria di molti giovani, spinti a temporeggiare prima di acquistare casa».

 

Tempi di affitto

Il dinamismo del mercato della locazione e l’abbondanza di domanda contribuiscono a ridurre ulteriormente i tempi medi per affittare un appartamento: dai 2,1 mesi del 2017 agli 1,9 mesi di quest’anno, con tempi più brevi in centro (1,6) rispetto alla periferia (2,4).

 

Il contratto maggiormente utilizzato nelle locazioni

Il contratto di locazione più utilizzato rimane quello a canone libero da 4 + 4; da segnalare però un aumento delle percentuali nelle stipule di contratti a canone concordato.

 

Uno sguardo a Milano: le zone più richieste e quelle più accessibili

La domanda d’affitto a Milano è aumentata molto in un solo anno, con le richieste più che raddoppiate nel centro storico, in zona Navigli, Bocconi e Porta Vittoria. L’offerta invece si contrae con gli immobili destinati alla locazione. Lo studio evidenzia, a fronte di una domanda elastica, l’irrigidimento dell’offerta di immobili destinati alla locazione, che sono passati da 10.637 a 9.704 negli ultimi 12 mesi, con un calo del 9,6%.

Il quadro emerge da un’analisi del portale immobiliare Idealista. 

I prezzi più accessibili si trovano a Baggio (12,4 euro/m²), Lorenteggio-Bande Nere (13,6 euro/m²) e Corvetto (13,5 euro/m²). Le zone top sono Navigli-Bocconi (18,4 euro/m²) e il Centro Storico (23 euro/m²). Per farsi un’idea concreta della spesa media per un appartamento di dimensioni comprese fra i 40 e gli 80 m² a Milano, si parla di una cifra compresa fra i 700 ed i 1.400 euro mensili.

I tagli più richiesti sono i bilocali (34%), seguiti dai trilocali (29%). Queste percentuali aumentano quanto più ci si avvicina alle vie del centro. Anche se il numero di richieste è cresciuto in tutto il capoluogo meneghino, in alcune macroaree come Navigli-Bocconi, Porta Vittoria e Greco-Turro sono più che raddoppiate. (dati presi da uno studio effettuato da Idealista.it)

Per rimanere aggiornato sulle ultime tendenze del settore immobiliare, principalmente di Milano, ti consigliamo di cliccare qui e di mettere il like alla nostra pagina Facebook. 

Condividi su

Ultime news

L’andamento del mercato immobiliare nel 2019: quanto vale la tua cas...

PATRIMONIO IMMOBILIARE: facciamo un po’ di chiarezza

TUTELA PATRIMONIALE degli acquirenti di immobili da costruire

Non sai da dove iniziare?

Se hai bisogno di supporto per la ricerca del tuo immobile e per gestire le fasi di compravendita e locazione, contatta Smith Agency.

Contattaci

Hai tutti i documenti a posto?

Contattaci se vuoi una consulenza prima di vendere il tuo immobile: riceverai una relazione tecnica dettagliata da presentare agli acquirenti.

Richiedi una consulenza